ARIDO

Precedente Home Successiva

       Indice       

 

 

Amedeo Modigliani (1884 - 1920)Testa di Jeanne Hérbuterne in fronte

             

Dimensioni originali  29 x 46  -  Copia  29,5 x 46,5

Ubicazione :    Parigi - Proprietà privata

 

 

Nel 1818, anno di produzione di questo ritratto, Modì lavorava intensamente a quadri e disegni, il disegno essendo per lui una necessità pressante quanto i suoi vizi. Modigliani in Jeanne Herbuterne aveva incontrato l’amore, se n’era lasciato prendere e stava

 finalmente vivendo l’esperienza sentimentale completa che fino a quel momento gli era mancata. L’amore non lo tratteneva tuttavia dal drogarsi e dal bere in misura che le sue precarie condizioni di salute non potevano sopportare. Jeanne era una modella perfetta, il cui tipo di bellezza si sarebbe potuto definire addirittura modiglianesco, quasi una predestinazione. “evocava l’immagine di un cigno” fu detto di lei da qualcuno che aveva visto nascere quella vicenda d’amore, e Lipchitz parlò di figura ovale e di un pallore che non dava nemmeno l’idea della carne.

Jeanne nei ritratti, quasi una ventina, e nei numerosissimi disegni, dà la sensazione di pace, come se la compostezza degli atteggiamenti morbidi e sinuosi riflettesse intera la femminilità profonda e segreta che aveva disarmato Modigliani.